LA TRANSLAZIONE DELLE RELIQUIE DI S. ERCOLANO




 
La prima Translazione si effettuò nel 1587

quando il vescovo, mons. FRANCESCO MOROSINI, venne in visita alla parrocchiale di Maderno sul Garda. Sabato, 9 maggio consacrò la restaurata chiesa parrocchiale (ora monumentale) e il nuovo altar maggiore.

 


 
La seconda translazione avvenne nel 1825

quando il vescovo, mons. GABRIO MARIA NAVA, consacrò la nuova chiesa parrocchiale. Al mattino del 25 ottobre si tenne una solenne processione: si levarono le Reliquie di S. Ercolano dalla chiesa monumentale per essere portate all'altare di S. Ercolano e collocate in quell'urna marmorizzata che ancor oggi vediamo nella nostra chiesa.
 
 

 
 
La terza Translazione: 12 agosto 1950
 
Rievocando la tradizione secolare per la quale la salma di S. Ercolano, collocata su una barca a Campione e lasciata senza guida sul lago, approdò prodigiosamente sulla riva del golfo di Maderno, nel 1950 si vollero portare nuovamente sul lago le reliquie del Santo, ma questa volta per un viaggio molto più breve fino all'antico punto d'approdo, dove il vescovo Mons. Melchiorri benedì la folla raccolta in profonda devozione.